Società | Mission | Storia | Campi | Foches | Archivio
HOME >

domenica 6 maggio 2018
Cara ViPo ti scrivo

Cara ViPo,
penso a quella piovosa serata di luglio, il primo incontro là a Valingra. La richiesta del presidente per fare il segretario: il pensiero, l'accettazione. Eccomi in questa nuova realtà, nata qualche mese prima unendo campanili impensabili fino a poco tempo prima, quelli di Villazzano e Povo o Povo e Villazzano, tanto per non far torto a nessuno. Fusione? Ma va... cosa vuoi che serva? Servirà!
La prima estate, le stampe dei tesseramenti, i bambini che arrivano al campo, i colloqui con genitori, nonni. Le partite a Vanigra e Gabbiolo, qualche trasferta, il sito da aggiornare. Telefonate, stampe, lotterie, tornei.
Poi l'organizzazione della Scuola Calcio, i cartellini che aumentano di numero, sempre più bambini che arrivano a Valnigra, sempre più giocatori che calcano i campi del «Ceschi» e del «Don Spada».
La Scuola Calcio che cresce di anno in anno: per qualità, per quantità, per divertimento dei nostri mini calciatori e dei loro pazienti istruttori.
Il primo titolo, in quello spareggio che ci vedeva con pronostici al minimo termine e invece... la zampata di Agostini, la parata di Bonvecchio e la festa finale. Poi l'anno dopo il bis con la cavalcata imperiosa degli Allievi, e quest'anno ancora Allievi e anche gli Under 13. Come crescono i nostri ragazzi.
La Promozione che arriva sesta, poi quarta ed ora seconda, quando il secondo posto conta veramente. Subito in Eccellenza, senza spareggi, grazie anche al San Giorgio che vince una sublime Coppa Italia.
E i tornei da organizzare, e le mail da inviare, i Camp da organizzare e pubblicizzare e le gare da spostare, gli arbitri da trovare per le partite del fine settimana, il direttivo da sentire, le carte da smaltire...uff!. E qualche sera a pensare, ma chi me l'ha fatto fare? La risposta in questa splendida domenica. La gioia di aver trovato un'altra numerosa famiglia, la gioia di gruppi compatti: dai più piccoli ai più grandi.
Grazie ViPo, in quella piovosa serata di un luglio di quattro anni fa. Chi l'avrebbe mai detto?

Tuo
Cristiano Caracristi

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,469 sec.