Società | Mission | Storia | Campi | Foches | Archivio
HOME >

lunedì 28 ottobre 2019
ViPo timida, il Trento cala il poker

Il Trento si aggiudica il derby della città davanti al folto pubblico di Gabbiolo grazie ad un avvio sprint. I collinari, troppo timidi e timorosi, hanno la forza di reagire con Tessaro, ma gli aquilotti, sono troppo forti ed esperti e conquistano l’intera posta in palio per quattro a uno.
Mister Marco Girardi sceglie Osti e Tessaro dietro a Dalfovo unica punta. Barbetti in panchina.
Passano 12 secondi e il Trento è già in avanti con Pietribiasi che, approfittando di un lancio di Badjan e l’intervento a vuoto di Giacomoni, apre il destro e infila Zanella. La ViPo, colpita a freddo, fatica a reagire. Ferraglia con un mancino a giro, palla che sbatte sulla traversa e sulla linea di porta. Al 5’ calcio di punizione di Caporali da posizione defilata, Zanella respinge e la difesa si salva come può.
La ViPo sulla fascia mancina soffre dannatamente. Al 7’ ViPo Trento zero, Trento due. Caporali dalla destra, Pietribiasi di testa anticipa tutti sul primo palo e raddoppia. Al 10’ ci prova Pettarin con un calcio di punizione dal limite. Pallone sopra la traversa di poco. I ragazzi di Girardi crescono con il passare dei minuti e al 16’ riaprono la gara. Osti per Dalfovo che lavora un bel pallone al limite, serve Tessaro che rientra bene sul mancino e infila Cazzaro sul primo palo. Vipo uno Trento due. Il leitmotiv della gara non cambia. Aquilotti che fanno la gara, collinari che provano a ripartire. Al 37’ il Trento serve il tris: Pietribiasi tra le linee, velo intelligentissimo di Ferraglia per Sottovia che mette il pallone sotto la traversa. Nel finale ci provano i collinari: prima Nardelli conclude con il mancino sopra la traversa poi tocca ad Osti, ma Conci respinge.
A far la partita sono ancora gli uomini di Flavio Toccoli. Al 7’ Trainotti sotto misura prova a superare Zanella, ma la difesa in un modo o nell’altro si salva. All’8’ azione insistita del Trento con conclusione finale di Sottovia, ma Zanella para.
Al 12’ ViPo in proiezione offensiva con Andreatta che supera un avversario e dai venticinque metri centra la traversa. I collinari spingono, tenendo in mano il pallino del gioco. Senza sfondare però. Al 34’ Tessaro prova la soluzione dalla distanza, ma il suo mancino viene controllato da Conci. Al quarto e ultimo minuto di recupero il Trento cala il poker. Calcio di punizione di Sottovia sotto la barriera, Zanella respinge e Caporali in tap in insacca. Il Trento vince quattro a uno sulla ViPo Trento.
Per la squadra del presidente Sembenotti pesa troppo il brutto avvio di gara contro una formazione forte come quella aquilotta. L’obbligo è quello di raccogliere punti il prima possibile per non farsi risucchiare nelle zone calde della classifica.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.